Ti trovi qui: Home » Soldi » Banca e credito » Libretto di risparmio

Libretto di risparmio

Libretto di risparmio
Le informazioni principali sul libretto di risparmio: che cos'è, come funziona, le caratteristiche, le offerte più convenienti.

Il libretto di risparmio è uno strumento che può essere utilizzato sia in banca che in posta. La definizione generale lo descrive come un deposito di soldi da parte del cliente nel conto bancario o postale che è rimborsabile in qualsiasi momento.
Il deposito avviene a vista di fronte al funzionario che controlla l'esattezza della somma e procede con le pratiche necessarie per registrare il versamento sul proprio conto da parte del cliente.

Il libretto di risparmio viene consegnato una volta che il cliente abbia aperto un deposito di risparmio presso un istituto bancario o presso un ufficio postale e serve a registrare tutte le entrate e le uscite che si verificano sul libretto di risparmio, quindi viene annotato ogni prelievo e ogni versamento per tenere sotto controllo la somma disponibile sul libretto ed evitare di andare in rosso.

Anche se ultimamente questo strumento viene sostituito da molti clienti con i conti corrente, assegni e altri, il libretto di risparmio continua ad essere utilizzato da coloro i quali effettuano principalmente procedure di versamento e prelievo dal proprio conto.
Infatti il libretto di risparmio non permette di associare un libretto di assegni, un bancomat o una carta di credito al deposito di risparmio, anche se alcuni istituti bancari stanno procedendo per affiancare delle carte bancomat al libretto per compiere almeno le operazioni più semplici allo sportello automatico.

Il libretto di risparmio viene ancora largamente utilizzato dalle nonne che vogliono accumulare gradualmente una somma a favore dei propri nipoti. A questo proposito è bene ricordare che i libretti di risparmio aperti a favore dei minorenni non hanno costi di accensione e le spese di mantenimento sono minime, quindi risulta uno strumento essenziale e pratico per la gestione dei soldi dei minorenni.