Ti trovi qui: Home » Guide » Auto » Tolleranza autovelox

Tolleranza autovelox

Tolleranza autovelox
Gli autovelox, così come i tachimetri dei veicoli, sono apparecchi che possono rilevare la velocità con un certo margine di errore, per questo è previsto di conseguenza un margine di tolleranza che ne tenga conto.

Il regolamento di esecuzione e di attuazione del Codice della strada, cioè il Decreto del Presidente della Repubblica numero 495, e le sue successive modificazioni prevedono all'Articolo 345 che “è disposto che per gli accertamenti della velocità, qualunque sia l'apparecchiatura utilizzata, al valore rilevato sia applicata una riduzione pari al 5%, con un minimo di 5 km/h”. Tutte le rilevazioni fatte con l'autovelox, quindi, e le conseguenti multe inflitte, devono tener conto di quanto previsto dalla legge e decurtare quanto dovuto.

Vediamo meglio, intanto, a quanto ammonta concretamente la tolleranza prevista: se la tolleranza deve essere almeno di 5 chilometri orari, significa che questo è il margine da applicare fino ai 100 chilometri orari; dopo i 100, infatti, il 5% è una cifra maggiore a 5 chilometri orari, ed è questa cifra che va calcolata e considerata come tolleranza da decurtare alla velocità rilevata dai velox.

Facciamo qualche esempio pratico per capre meglio. Se il limite è di 50 km/h e l'autovelox rileva che sto viaggiando a 55 km/h, sottraendo i 5 km/h di tolleranza, significa che sono a posto e non incorro in nessuna sanzione. Diversamente, se il velox rileva che la mia velocità è 78 km/h e il limite è 70 km/h, vuol dire che la mia velocità presa in considerazione è 73 chilometri orari, e dunque riceverò la multa. Se, invece, sto andando ad esempio a 120 km/h e il limite è di 110, il 5% di margine di tolleranza ammonta a 6 chilometri orari, dunque la mia velocità effettiva sarà 114 km/h e potrò anche in questo caso essere sanzionato.

Può essere utile, onde evitare la multa, ricordare quali sono i limiti di velocità, fatte salve ovviamente indicazioni differenti opportunamente segnalate dalla cartellonistica stradale. In città il limite è dei 50 all'ora, anche se nelle strade urbane di periferia a scorrimento veloce può salire a 70 km/h. Sulle strade extraurbane principali quali le tangenziali e le superstrade, cioè quelle che hanno caratteristiche simili alle autostrade, non si devono superare i 110 km/h, 90 km/h in caso di maltempo, che è anche il massimo consentito sulle strade extraurbane secondarie e locali, vale a dire le strade provinciali e statali. In autostrada, infine, il limite è di 130 chilometri orari, che scendono a 110 se c'è cattivo tempo.
Inviato da Daniela il 28/07/2015 alle 14:38
Oggi mi è arrivata una multa per aver superato di 1 km/h il limite di 50 km/h. Dato che il contachilometri della mia auto (Peugeot 206) non è così preciso da poter evidenziare il km. in più o in meno, è possibile fare ricorso appellandosi a questo motivo? Inoltre al pattuglia non mi aveva fermata e non mi ha dato modo di contestare la multa... Ringrazio anticipatamente per la vostra risposta.