Ti trovi qui: Home » Utenze » Tasse e tariffe » Imposta di bollo

Imposta di bollo

Imposta di bollo
L'imposta di bollo è legata alla produzione, richiesta o presentazione di alcuni tipi di documenti, come la denuncia, il certificato, l'atto notarile, le ricevute senza IVA di importo inferiore a 77,47 euro.
L'importo della marca da bollo, cioè il talloncino che decreta il pagamento dell'imposta di bollo, può variare a seconda del tipo di documento e, per alcuni, non ha un importo prestabilito. Nel caso delle cambiali, infatti, la marca da bollo deve essere pari al 12 per mille dell'importo della cambiale.

Le modalità di pagamento di questa imposta sono diverse: si parla di assolvimento virtuale quando, tramite versamento su conto corrente postale, si corrisponde all'Agenzia delle Entrate l'importo dovuto. Questo di solito succede in caso di iscrizione ad albi professionali o particolari richieste di documenti, come il passaporto.

La modalità più conosciuta e diffusa di pagamento, è presso le concessionarie convenzionate e autorizzate all'emissione della marca da bollo. In questo caso, il concessionario emette sul momento la marca da bollo dell'importo richiesto. Le marche da bollo sono reperibili presso tutte le tabaccherie e molti punti Sisal, tra cui i bar e le ricevitorie del Lotto.

Oltre alla marca da bollo e l'imposta di bollo virtuale, esiste poi la carta bollata. La carta bollata ha una filigrana e un importo indicato che, se insufficiente allo scopo, viene integrato da marche da bollo. Il foglio di carta bollata è composto da due pagine e quattro facciate, ognuna riproducente filigrana e importo e numerazione progressiva.

Le marche da bollo, una volta apposte sul documento, vengono annullate con un timbro del ricevente, oppure con un segno in diagonale che ne determina l'annullamento. Per legge è vietato usare marche da bollo già utilizzate o deteriorate.

Per le registrazioni dei contratti di locazione l'importo dell'imposta di bollo viene calcolato in base al numero di righe del contratto stesso: la tariffa è di 20 euro ogni 100 righe e, a differenza di altri atti e documenti, l'importo viene versato mediante modulo F23.