Ti trovi qui: Home » Formazione e lavoro » Sindacati » Sindacati confederali

Sindacati confederali

Sindacati confederali
Sindacati confederali: il sindacato confederale riunisce insieme diverse federazioni di sindacati. Le federazioni rappresentano particolari categorie di lavoratori e ne tutelano gli specifici interessi, ma poi fanno capo ad un'idea comune e condivisa, racchiusa nella sigla centrale, nella quale i tesserati si identificano per ideologia e valori.

In Italia i sindacati confederali sono quattro: Cgil, Cisl, Uil e Ugl. Ognuno di questi si distingue dagli altri per le posizioni prese in merito ai grandi argomenti sul mondo del lavoro, dalla sicurezza ai contratti, dalle pensioni alla cassa integrazione.
Quindi i vari settori hanno poi una federazione. Per esempio esiste quella relativa alla scuola, più esperta nelle questioni relative ai concorsi pubblici, alle supplenze, agli esami di accesso per poter poi entrare nelle graduatorie, agli scatti interni di carriera e tanto altro. Oppure quella sulla funzione pubblica, la quale segue le esigenze e le problematiche dei lavoratori della pubblica amministrazione. O quella delle forze speciali come la Polizia Municipale, quella di Stato e i Vigili del Fuoco. O quella dei metalmeccanici, resa famosa dalle lotte operaie e particolarmente attiva negli ultimi anni, visto lo spostamento della filiera lavorativa di molte imprese automobilistiche all'estero e la chiusura degli stabilimenti.

Ognuna di queste federazioni conosce le problematicità della propria categoria e interviene di conseguenza con consigli, assistenza e altri servizi di utilità pratica e quotidiana. Poi esiste l'idea cardine e la posizione politica di ogni confederazione. La Cgil, per esempio, si è sempre esposta verso posizioni più di sinistra, in prima linea per esempio nelle lotte operaie degli anni Settanta e Ottanta. La Cisl è l'ente di stampo più democristiano e cattolico, con posizioni più centriste, e come lei anche la Uil, di stampo però riformista-repubblicano (almeno in origine, verso la fine degli anni Quaranta). L'Ugl invece è il sindacato più di destra, nato in collegamento prima con il Movimento Sociale italiano e poi con Alleanza Nazionale.