Home » Utenze » Tasse e tariffe » Detrazioni 730
Richiedi il tuo prestito fino a 50.000 euro

Detrazioni 730

Detrazioni 730
Sono tante le detrazioni che si possono ottenere sul 730, il modulo di dichiarazione dei redditi utilizzato per pagare le imposte dai dipendenti e dai pensionati (purché non abbiano altre entrate e proprietà che complichino la dichiarazione, per cui sarà necessario utilizzare il modello Unico).

Tra le varie detrazioni disponibili c'è per esempio quella legata alle spese di carattere sanitario. Sopra una certa cifra, di circa 130 euro, si posso detrarre tutte le spese di carattere farmaceutico per un importo pari al 19% del totale complessivo, All'interno di questa categoria rientrano le spese mediche e quelle di assistenza specifica, le spese chirurgiche, le prestazioni specialistiche, le protesi dentarie e sanitarie in genere, i farmaci da banco o quelli venduti dietro prescrizione medica, i prodotti fitoterapici approvati dall'Aifa, le analisi e i test di laboratorio, le perizie medico-legali.

Poi c'è la possibilità di detrarre il mutuo per l'acquisto della prima casa, ovvero gli interesse passivi stipulati sul mutuo e i relativi oneri accessori con un aliquota del 19% fino ad un massimo di 4000 euro. Deve però trattarsi del domicilio in cui vivono abitualmente il proprietario e la sua famiglia.

Poi ci sono le detrazioni per le spese di istruzione sostenute dal contribuente, esempio corsi di istruzione secondaria, universitaria, perfezionamento, master, specializzazioni ecc tenuti presso qualunque istituto italiano o estero, pubblico o privato. Anche qui la detrazione è del 19%, valgono anche gli anni fuori corso e i dottorati di ricerca. Inoltre per i genitori che necessitino di lasciare il figlio all'asilo nido, c'è una detrazione del 19% sulla retta. L'età del bambino deve essere compresa tra gli zero e i tre anni, il limite massimo di spesa detraibile è di 632 euro. Quindi calcolando che la detrazione è del 19% al massimo di risparmieranno 120 euro.

Sono detraibili anche le spese veterinarie, anche qui per le spese oltre i 129 euro, con aliquota del 19% su tutti gli animali legalmente detenuti a scopo di compagnia o sportivo. Infine si può detrarre l'affitto purché si tratti dell'abitazione principale e corrisponde a 300 euro se il reddito non supera i 15.500 euro, 150 euro se invece li supera.